Marelab

Tecnico della gestione operativa navi chimichiere (Tankista per chimichiere)

Sequenza di processo Movimentazione carico navi chimichiere
Manutenzione componenti carico navi chimichiere
Qualificazione regionale TECNICO DELLA GESTIONE OPERATIVA NAVI CHIMICHIERE
(TANKISTA PER CHIMICHIERE)
Referenziazioni della qualificazione Nomenclatura delle unità Professionali (NUP/CP ISTAT 2006):
7.4.5.1.0 - marinai di coperta
Nomenclatura delle unità Professionali (NUP/CP ISTAT 2011):
7.4.5.1.0 - marinai di coperta
Classificazione delle attività economiche (ATECO 2007/ISTAT):
50.20 Trasporto marittimo e costiero di merci
Livello EQF EQF 4
Descrizione sintetica della qualificazione e delle attività Il Tecnico della gestione operativa navi chimichiere - Tankista per chimichiere è un Sottufficiale ed opera alle dirette dipendenze di un Ufficiale di coperta a livello direttivo circa la conduzione dell’impianto del carico quando la nave opera commercialmente, alle dirette dipendenze del Direttore di Macchina o un Ufficiale di Macchina a
livello direttivo quando impegnato nella manutenzione dell’impianto del carico.

Competenza N.1

Coadiuvare l’Ufficiale di coperta di livello direttivo nella movimentazione del carico ed in tutte quelle operazioni accessorie realizzate in sicurezza tipiche della nave chimichiera (pulizia delle cisterne, spurgo, gas free e inertizzazione.)
Risultato atteso: gestione operazioni di carico su navi chimichiere

Abilità

/ Svolgere le operazioni di carico o altre operazioni tipiche delle navi chimiche in sicurezza ed in accordo agli standard previsti
/ Identificare le tipologie fisiche degli idrocarburi e dei prodotti chimici per prevedere le modalità di carico degli stessi

Conoscenze

/ Conoscenza basica delle navi cisterna: tipi di navi chimiche, sistemazioni generali e costruzione
/ Conoscenza basica delle operazioni di carico: sistemi di tubature e valvole, pompe del carico, caricazione e discarica, pulizia delle cisterne, spurgo, gas free e inertizzazione
/ Conoscenza basica delle proprietà fisiche degli idrocarburi (oil) e dei prodotti chimici: pressione e temperatura, incluso la relazione tra pressione di vapore e temperatura; sviluppo dei tipi di carica elettrostatica; simboli chimici
/ Conoscenza e comprensione della cultura della sicurezza a bordo della chimica e gestione  della sicurezza.

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni di carico e scarico su navi gasiere
Indicatori
/ Le comunicazioni all’interno dell’area di responsabilità sono chiare ed efficaci.
/ Le operazioni di carico sono svolte in conformità con i principi accettati e le procedure per garantire la sicurezza delle operazioni.

Competenza N.2

Contribuire alla corretta manutenzione di tutti gli accessori componenti l’impianto del carico delle navi chimiche sotto la direzione di un Ufficiale di Macchina
Risultato atteso: manutenzione e riparazione accessori e impianti del carico

Abilità

/ Preparare e smontare un banzigo e un ponte
/ Preparare e smontare le scale e sollevamenti per il pilota, pararatti e scalandroni
/ Usare la caviglia con abilità marinara
/ Usare i materiali e le attrezzature per la pitturazione, lubrificazione e pulizia
/ Comprendere ed eseguire le manutenzioni di routine e le procedure di riparazione
/ Comprendere le linee guida di sicurezza dei fabbricanti e le istruzioni di bordo

Conoscenze

/ Dispositivi di accesso, boccaporte e coperture di boccaporte, rampe, portelloni laterali,
/ Sistemi per impianti di sentina e zavorra, aspirazione e pozzetti
/ Tipologie di gru, bighi verricelli
/ Tecniche di preparazione delle superfici
/ Linee guida di sicurezza dei fabbricanti e tipologie di istruzioni di bordo.
/ Conoscenza dell’impiego, manutenzione e utilizzo degli accessori componenti gli impianti di carico delle navi chimiche

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le attività marinaresche e quelle di riparazione attrezzature di bordo e coordinamento delle attività dei sottoposti
Indicatori
/ Dimostrare il modo corretto di effettuare e usare nodi, impiombature, bozze, legature, utilizzando, come appropriato, il maneggio della tela.
/ Dimostrare il corretto uso di paranchi e bozzelli
/ Dimostrare i metodi corretti per maneggiare i cavi, cavi di acciaio
/ Le attività di manutenzione e riparazione accessori impianti di navi chimiche sono svolte in conformità con le specifiche tecniche, di sicurezza e le procedure
/ L’impiego, la manutenzione e l’utilizzo degli utensili manuali ed elettrici sono conformi alle linee guida di sicurezza dei fabbricanti e alle istruzioni di bordo

Competenza N.3

Applicare le precauzioni e le misure di sicurezza sul lavoro su navi chimiche, prevenendo i rischi, rispondendo a tutte le emergenze connesse alle operazioni del carico e mettendo in funzione mezzi di salvataggio per la salvaguardia della vita dei lavoratori
Risultato atteso: gestione sicurezza sui luoghi di lavoro

Abilità

/ Adottare le procedure necessarie a prevenire i rischi a bordo di una nave chimicha
/ Preparare e lanciare delle lance di salvataggio
/ Utilizzare le attrezzature della lancia di salvataggio
/ Utilizzare i mezzi di salvataggio anche in condizioni meteomarine avverse
/ Utilizzare le zattere autogonfiabili (con aperture di una zattera se possibile)
/ Utilizzare le tute di Immersione
/ Mettere in funzione e utilizzare correttamente gli strumenti di misurazione del gas e apparecchiatura similare.
/ Identificare le precauzioni da prendere quando si entra in spazi chiusi
/ Individuare le precauzioni da prendere prima e durante i lavori di riparazione e manutenzione
/ Adottare misure di sicurezza per i lavori a caldo e a freddo e per la sicurezza elettrica
/ Utilizzare la lista di controllo di sicurezza bordo/terra

Conoscenze

/ Conoscenza basica dei rischi associati con le operazioni delle navi cisterna, includendo: rischi per la salute, per l’ambiente,, rischi di reattività, di corrosione, di esplosione e infiammabilità, sorgenti di innesco, rischi elettrostatici, rischi tossicità,  perdite e nubi di vapori, temperature estremamente basse, rischi di pressione
/ Principi di base del controllo dei rischi: tecniche di inertizzazione, asciugatura e di monitoraggio; misure antistatiche; ventilazione; segregazione; inibizione del carico; importanza della compatibilità del carico; controllo atmosferico; prova del gas (gas testing)
/ Comprensione delle informazioni della scheda di sicurezza del prodotto (MSDS)
/ Conoscenza basica delle procedure di emergenza, includendo la chiusura (shutdown) di emergenza
/ Come indossare la cintura di salvataggio
/ Tecniche di preparazione e lancio delle lance di salvataggio
/ Tecniche di manovra ed uso delle zattere autogonfiabili
/ Procedure di Primo Soccorso
/ Ubicazione e contenuti del Manuale Addestramento Mezzi Salvataggio
/ Corretto uso delle dotazione di sicurezza e dei dispositivi di  protezione: autorespiratore  e apparecchiatura per l’evacuazione dalla cisterna; vesti e attrezzatura protettiva; rianimatori; attrezzatura di soccorso e sfuggita
/ Conoscenza basica delle pratiche e procedure antinfortunistiche in conformità con la legislazione e le linee guida industriali e la sicurezza personale a bordo pertinente alle chimiche
/ Conoscenza basica di primo soccorso con riferimento alla scheda di sicurezza (MSDS).

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni e le procedure atte a salvaguardare la sicurezza sul lavoro in navi chimiche
Indicatori
/ Identifica su una pertinente MSDS i rischi pertinenti al carico per la nave e al personale ed effettua le azioni appropriate in conformità con le procedure stabilite.
/ Identifica le azioni necessarie a diventare consapevole di una situazione di rischio, conformemente alle procedure stabilite in linea con le migliori pratiche.
/ Sono osservate le procedure per l’ingresso in spazi chiusi.
/ Sono sempre osservate le procedure e le pratiche antinfortunistiche designate per la salvaguardia del personale e della nave.
/ L’appropriata attrezzatura di sicurezza e protettiva è usata correttamente.
/ Cosa fare e non fare nel primo  soccorso.
/ Il tipo e l’impatto dell’emergenza è prontamente identificato e le azioni di risposta conformi alle procedure di emergenza e ai piani di emergenza

Competenza N.4

Svolgere le operazioni di lotta antincendio come da posizione Ruolo d’Appello assegnato
Risultato atteso: gestione e lotta antincendio

Abilità

/ Organizzare le azioni di risposta all’incendio
/ Identificare le azioni da effettuare su una gasiera
/ Utilizzare gli apparecchi Autorespiratori
/ Usare la tuta Antincendio
/ Usare gli estintori portatili
/ Utilizzare le manichette antincendio, asce, coperte antincendio, etc.
/ Organizzare le squadre di emergenza
/ Utilizzare gli EEBD

Conoscenze

/ Rischi incendio associati con la movimentazione del carico e il trasporto di liquidi pericolosi e nocivi alla rinfusa
/ Agenti antincendio usati per spegnere gli incendi di idrocarburi e chimici
/ Tecniche di funzionamento degli impianti fissi di estinzione incendio con schiuma e a polvere
/ Modalità di funzionamento degli estintori a schiuma portatili
/ Contenimento dello sversamento in relazione alle operazioni di lotta antincendio
/ Tipologie di azioni da intraprendere in caso di incendio in sala macchine e in caso di incendio nei locali alloggi e cucina.
/ Tecniche di accensione della Pompa incendio di Emergenza/Generatore di Emergenza
/ Ubicazione e contenuti del Manuale AddestramentoAntincendio

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni di gestione e lotta antincendio
Indicatori
/ Le azioni iniziali e di proseguimento (follow up) nel diventare consapevoli di un incendio a bordo sono conformi alle pratiche e procedure stabilite
/ L’azione effettuata al riconoscimento dei segnali di emergenza è appropriata all’emergenza indicata e conforme con le procedure stabilite
/ Gli indumenti e l’attrezzatura sono appropriati alla natura delle operazioni di lotta antincendio
/ La tempistica e la sequenza delle azioni individuali sono appropriate alle prevalenti circostanze e condizioni
/ L’estinzione dell’incendio è raggiunta usando appropriate procedure, tecniche e agenti antincendio

Competenza N.5

Prendere le precauzioni per prevenire l’inquinamento dell’ambiente a seguito di rilascio prodotti chimici
Risultato atteso: gestione ambientale e antinquinamento

Abilità

/ Prendere le precauzioni per prevenire l’inquinamento dell’ambiente a seguito del rilascio di gas liquefatti.
/ Utilizzare il Materiale Antinquinamento
/ Organizzare le squadre di emergenza

Conoscenze

/ Conoscenza basica degli effetti dell’inquinamento sulla vita umana e marina.
/ Conoscenza basica delle procedure di bordo per prevenire l’inquinamento
/ Conoscenza basica delle misure da prendere in caso di sversamento, inclusa la necessità di: riferire le informazioni pertinenti alle persone responsabili; aiutare nell’adozione delle procedure di bordo per il contenimento dello sversamento; prevenire la frattura precaria
/ Ubicazione del Materiale Antinquinamento
/ Procedure per il Deposito Rifiuti
/ Procedure per lo smaltimento liquami
/ Procedure del Piano SMPEP
/ Tipologie di azioni da intraprendere in caso di inquinamento a mare

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni di prevenzione dell’inquinamento ambientale marino
Indicatori
/ Le procedure previste per la salvaguardia dell’ambiente sono sempre osservate.

Abilitazioni ed altri requisiti

Titoli di studio propedeutici all’esercizio della professione Aver assolto l’obbligo formativo, aver conseguito la qualifica di marinaio e dimostrare comprovata esperienza a bordo nave così come indicato nella sezione “altri requisiti” del DPR 231/06.
Abilitazioni Come previsto dal D.P.R. 18/04/06 n. 231:
/ Avere effettuato almeno 24 mesi di navigazione su navi chimiche, in coperta od in macchina da marinaio o da comune di macchina; ovvero avere effettuato almeno 12 mesi di navigazione da allievo tankista per chimiche / chimiche con formale qualifica da giovanotto di coperta / macchina;
/ Avere effettuato specifico corso di addestramento per chimiche.
Altri requisiti / Come previsto dal Cap. V della STCW e dai pertinenti decreti ministeriali, in funzione del tipo di nave su cui imbarcherà, il Tankista per chimichiere dovrà essere in possesso dei requisiti per lo speciale addestramento del personale su specifici tipi di nave.
/ Come previsto dal Cap. VI della STCW e dai pertinenti decreti ministeriali, il Tankista per chimichiere dovrà inoltre essere in possesso dei requisiti relativi agli standard riguardanti le mansioni di emergenza, sicurezza sul lavoro, security, assistenza medica, sopravvivenza e condotta della navigazione.
/ Adeguata conoscenza della lingua inglese.
/ Come previsto dalla STCW cap V sez. A-V/1-2-1, essere in possesso dei requisiti minimi obbligatori, per l’addestramento e la qualifica dei comuni sulle chimichiere e preferibilmente (non obbligatoriamente) essere in possesso dell’addestramento previsto dalla STCW sez. A-V
/1-2-2 per le operazioni avanzate sulle navi chimichiere.

Formazione

formazione

Orientamento

orientamento

mestieri del mare

REQUISITI MINIMI

Requisiti per la formazione fissati dalla Convenzione internazionale sugli standard di addestramento, abilitazione e tenuta della guardia per i marittimi.

CONTINUA A LEGGERE

C.C.N.L.

Stipulato il 5 giugno 2007 per l’imbarco dei lavoratori marittimi sulle navi da carico e sulle navi traghetto passeggeri/merci superiori a 151 tonnellate di stazza lorda.
CONTINUA A LEGGERE

CODICE DELLA NAVIGAZIONE

Approvato con Regio Decreto n. 237, il Codice è lo strumento con cui si applica il diritto della navigazione marittima, interna ed aerea (autonomo rispetto al diritto comune).
CONTINUA A LEGGERE

PESCA MARITTIMA

È il Regolamento per l’esecuzione della Legge n. 963 del 1965, che disciplinava la pesca marittima e che è stata soppressa dal D. Lgs. n. 4 del 9 gennaio 2012.
CONTINUA A LEGGERE

marelab  loghi footer 

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.