Marelab

Macellaio navi passeggeri

Sequenza di processo Lavorazione della carne
Qualificazione regionale MACELLAIO NAVI PASSEGGERI
Referenziazioni della qualificazione Nomenclatura delle unità Professionali (NUP/CP ISTAT 2006):
6.5.1.1.1 – Macellai e abbattitori di animali
Nomenclatura delle unità Professionali (NUP/CP ISTAT 2011):
6.5.1.1.1 – Macellai e abbattitori di animali
Classificazione delle attività economiche (ATECO 2007/ISTAT):
50.10 Trasporto marittimo e costiero di passeggeri
10.1 Lavorazione e conservazione di carne e produzione di prodotti
a base di carne.
Livello EQF EQF 3
Descrizione sintetica della qualificazione e delle attività Il Macellaio navi passeggeri svolge tutte le attività legate al ricevimento della materia prima, alla lavorazione delle carni, alla pulizia dell’area di lavoro e dei macchinari, al confezionamento dei prodotti e allo smaltimento degli scarti da lavorazione. Le attività e i compiti di questo operatore si differenziano a seconda della tipologia di carne. Esso interviene, a livello esecutivo, nel processo lavorativo di trasformazione alimentare con autonomia e responsabilità limitate a ciò che prevedono le procedure e le metodiche della sua operatività.
La qualificazione nell’applicazione/utilizzo di metodologie di base, di strumenti e di informazioni gli consentono di svolgere attività relative alla trasformazione alimentare con competenze nello svolgimento delle operazioni fondamentali del ciclo di trasformazione,conservazione, confezionamento e stoccaggio dei prodotti alimentari.Nello specifico il Macellaio di bordo si occupa della ricezione dei tagli e della divisione delle grandi parti - dal disossamento alla sezione di particolari tagli di carne - che provvede a confezionare e conservare.In base alle richieste dello chef, porziona i tagli da utilizzare in cucina.
La professionalità del macellaio è caratteristica indispensabile per valorizzare al meglio i tagli delle varie carni (sezionamento) e per garantire le corrette procedure in materia di igiene degli alimenti. Per lo svolgimento della sua attività utilizza utensili e apparecchiature specifiche per il taglio, il confezionamento, la conservazione e il
porzionamento (es. coltelli, scure, seghe, bilance, ecc.).

Formazione

formazione

Orientamento

orientamento

mestieri del mare

REQUISITI MINIMI

Requisiti per la formazione fissati dalla Convenzione internazionale sugli standard di addestramento, abilitazione e tenuta della guardia per i marittimi.

CONTINUA A LEGGERE

C.C.N.L.

Stipulato il 5 giugno 2007 per l’imbarco dei lavoratori marittimi sulle navi da carico e sulle navi traghetto passeggeri/merci superiori a 151 tonnellate di stazza lorda.
CONTINUA A LEGGERE

CODICE DELLA NAVIGAZIONE

Approvato con Regio Decreto n. 237, il Codice è lo strumento con cui si applica il diritto della navigazione marittima, interna ed aerea (autonomo rispetto al diritto comune).
CONTINUA A LEGGERE

PESCA MARITTIMA

È il Regolamento per l’esecuzione della Legge n. 963 del 1965, che disciplinava la pesca marittima e che è stata soppressa dal D. Lgs. n. 4 del 9 gennaio 2012.
CONTINUA A LEGGERE

marelab  loghi footer