Marelab

Company Security Officer

Sequenza di processo Gestione aspetti operativi della nave
Qualificazione regionale COMPANY SECURITY OFFICER
Referenziazioni della qualificazione Nomenclatura delle unità Professionali (NUP/CP ISTAT 2006):
3.1.5.1.2 - Tecnici della sicurezza sul lavoro
Nomenclatura delle unità Professionali (NUP/CP ISTAT 2011):
3.4.5.4 Tecnici dei servizi di sicurezza privati e professioni assimilate
Classificazione delle attività economiche (ATECO 2007/ISTAT):
50.1 Trasporto marittimo e costiero di passeggeri
50.2 Trasporto marittimo e costiero di merci
Livello EQF EQF 5
Descrizione sintetica della qualificazione e delle attività Il Company Security Officer è colui che si occupa di realizzare, mantenere e supervisionare un Piano di sicurezza delle navi della Compagnia e di valutarne l’applicazione a bordo. Nello specifico, organizza gli audit e i riesami interni ed esterni, per assicurare che vengano applicate e mantenute (a seconda dei diversi livelli di sicurezza), tutte le procedure contro possibili minacce esterne (pirateria, ecc.), verifica che l’equipaggio sia adeguatamente formato e addestrato conformemente ai requisiti del piano di security ed è in costante contatto con lo Ship Security Officer, designato dalla Compagnia quale responsabile della security della nave e con il Port Facility Security Officer.

Competenza N.1

Curare l’implementazione di un Piano di Sicurezza della nave (Ship Security Plan): organizzando la verifica iniziale da parte dell’amministrazione (Autorità di bandiera) o dell’ente di security riconosciuto, nonché le verifiche successive; supervisionando la conseguente presentazione, approvazione, attuazione, rispetto e monitoraggio del piano da parte dell’equipaggio; correggendo i difetti del Piano e i requisiti di security; assicurandosi che i requisiti della security riflettano accuratamente le informazioni specifiche adatte alle caratteristiche della nave; assicurando la coerenza tra i requisiti di safety e quelli di security; organizzando audit interni e riesami delle attività di security.
Risultato atteso: sviluppo e supervisione del Piano di Security

Abilità

/ Applicare le procedure di sicurezza marittima e delle politiche internazionali
/ Redigere il Piano di sicurezza della nave
/ Valutare gli aggiornamenti necessari al Piano di Security della nave
/ Monitorare gli aggiornamenti delle certificazioni.
/ Utilizzare la lingua inglese, sia scritta che parlata, a livello C1 – C2

Conoscenze

/ Politiche internazionali di sicurezza marittima e responsabilità dei Governi, delle Compagnie e delle persone designate
/ Scopi ed elementi caratteristici di un Piano di security della nave
/ Procedure per lo sviluppo, aggiornamento e supervisione dell’implementazione e approvazione di un piano di security
/ Procedure per la verifica di conformità della nave iniziale e periodica
/ Livelli di sicurezza marittima e  conseguenti misure e procedure  di sicurezza a bordo nave e nei porti
/ Requisiti e procedure per l’organizzazione degli audit interni e revisione delle attività di sicurezza indicate nel piano di security della nave
/ Requisiti e procedure per agire sui report redatti dal SSO su eventuali carenze o non conformità identificate durante gli audit interni, le revisioni periodiche e le ispezioni di sicurezza
/ Metodi e procedure utilizzate per modificare il piano di sicurezza della nave
/ Conoscenza delle procedure di security correlate ai piani di emergenza e delle procedure per reagire alle minacce alla sicurezza o alle violazioni della sicurezza comprese le disposizioni per garantire le operazioni fondamentali dell’interfaccia nave / porto
/ Terminologia e definizioni di sicurezza marittima

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni e le procedure accettate, relative all’elaborazione del Piano di security
Indicatori
/ Le procedure e le azioni sono conformi ai principi stabiliti dal Codice ISPS e dalla SOLAS
/ I requisiti relativi legislativi alla sicurezza sono identificati correttamente.
/ Le procedure per raggiungere uno stato di prontezza ai cambiamenti dei livelli di sicurezza marittima, sono correttamente applicate.
/ Le comunicazioni effettuate all’interno dell’area di responsabilità del CSO sono chiare e comprensibili

Competenza N.2

Valutare la corretta operatività e l’adeguato utilizzo degli equipaggiamenti e dei sistemi di security installati a bordo delle navi della Compagnia; identificando i possibili rischi e le minacce per la nave e raccogliendo tutte le informazioni atte a valutarne la vulnerabilità
Risultato atteso: valutazione dei rischi e delle minacce, dell’operatività e del corretto utilizzo di equipaggiamenti e sistemi di sicurezza

Abilità

/ Valutare il funzionamento delle apparecchiature e dei sistemi di sicurezza
/ Analizzare i rischi e le minacce della sicurezza a bordo nave anche in funzione delle rotte e delle attività
/ Riconoscere persone potenzialmente rischiose per la security a bordo e armi, sostanze e dispositivi pericolosi che possono arrecare danni alle persone e alla nave
/ Utilizzare tecniche di gestione folla
/ Utilizzare tecniche di perquisizione

Conoscenze

/ Tipologie di apparecchiature e sistemi di sicurezza e loro limiti
/ Metodi per provare, calibrare e manutenzionare i sistemi e le attrezzature di security presenti a bordo
/ La valutazione del rischio, gli strumenti di valutazione e relativi livelli di security
/ Documentazione relativa alla valutazione della security compresa la Dichiarazione di Security
/ Tecniche utilizzate per occultare le misure di sicurezza a bordo
/ Tecniche di riconoscimento, su base non discriminatoria, delle persone che presentano potenziali rischi per la security
/ Tecniche di riconoscimento di armi, sostanze e dispositivi pericolosi e consapevolezza dei danni che possono causare
/ Tecniche di gestione e controllo della folla, applicabili in casi appropriati
/ Gestione della security correlata a informazioni sensibili e alle comunicazioni
/ Metodi per l’attuazione e il coordinamento di perquisizioni  e per realizzare perquisizioni fisiche e ispezioni non intrusive

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni e le modalità di valutazione dei possibili rischi e  minacce per la nave, della corretta operatività della nave e dell’utilizzo di equipaggiamenti e sistemi di sicurezza
Indicatori
/ Le procedure e le azioni sono conformi ai principi stabiliti dal Codice ISPS e dalla Convenzione SOLAS
/ Le procedure per raggiungere uno stato di prontezza ai cambiamenti dei livelli di sicurezza marittima, sono correttamente applicate.
/ Le comunicazioni effettuate all’interno dell’area di responsabilità del CSO sono chiare e comprensibili

Competenza N.3

Assicurare che tutte le misure e le procedure di sicurezza vengano implementate e aggiornate in modo appropriato, curando anche i contatti con le agenzie di fornitura di guardie giurate e con il personale di terra incaricato (PFSO), al fine di garantire l’imbarco e i livelli di security
Risultato atteso: aggiornamento misure di sicurezza

Abilità

/ Applicare metodologie di controllo dell’accesso alle aree riservate della nave e di monitoraggio del ponte e della nave
/ Valutare i possibili rischi di security derivanti dalla movimentazione del carico e delle provviste
/ Utilizzare procedure di aggiornamento delle misure di sicurezza per l’imbarco, lo sbarco e la permanenza a bordo

Conoscenze

/ Requisiti e metodi per l’identificazione e il monitoraggio delle aree riservate
/ Metodi per controllare l’accesso alla nave e alle aree riservate a bordo delle navi
/ Metodi per un efficace monitoraggio delle aree del ponte e delle zone che circondano la nave
/ Aspetti di security relativi alla movimentazione del carico e delle provviste con altro personale di bordo e con PFSO
/ Metodi per il controllo dell’imbarco, sbarco e l’accesso  a bordo del personale e dei loro effetti personali

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni, le procedure e i metodi di aggiornamento della security a bordo nave
Indicatori
/ Le procedure e le azioni sono conformi ai principi stabiliti dal Codice ISPS e dalla Convenzione SOLAS
/ Le procedure per raggiungere uno stato di prontezza ai cambiamenti dei livelli di sicurezza marittima, sono correttamente applicate.
/ Le comunicazioni effettuate all’interno dell’area di responsabilità del CSO sono chiare e comprensibili

Competenza N.4

Promuovere la cultura della security nel personale di bordo, assicurandosi che venga effettuato un addestramento adeguato per la familiarizzazione alla security (dal SSO, dal DCSO o dal CSO stesso)
Risultato atteso: promozione e sensibilizzazione della security a bordo nave

Abilità

/ Saper valutare l’efficacia della formazione
/ Identificare modalità di comunicazione efficaci per la promozione della consapevolezza della security a bordo

Conoscenze

/ Conoscenza dei requisiti di addestramento, esercitazione ed applicazione pratica, secondo le pertinenti convenzioni, codici e circolari IMO relative al contrasto della pirateria e della rapina a mano armata
/ Conoscenza della formazione e dei requisiti delle esercitazioni sotto convenzioni e codici pertinenti
/ Conoscenza dei metodi per migliorare la consapevolezza della security e vigilanza a bordo
/ Conoscenza dei metodi per la valutazione dell’efficacia delle esercitazioni e degli addestramenti
/ Conoscenza della didattica e delle tecniche per la formazione e l’educazione sulla security

Indicazioni per la valutazione delle competenze

Oggetto di osservazione
Le operazioni e le tecniche per la promozione della formazione sulla sicurezza al personale di bordo
Indicatori
/ Le procedure e le azioni sono conformi ai principi stabiliti dal Codice ISPS e dalla Convenzione SOLAS
/ Le comunicazioni effettuate all’interno dell’area di responsabilità del CSO sono chiare e comprensibili

Abilitazioni ed altri requisiti

Titoli di studio propedeutici all’esercizio della professione Essere in possesso di Laurea di I livello in discipline coerenti oppure diploma ad indirizzo marittimo con certificazione SSO.
Abilitazioni Certificazione di CSO
Altri requisiti / Adeguata conoscenza dell’ISPS code
/ Adeguata conoscenza della lingua inglese (liv. C1 – C2)

Formazione

formazione

Orientamento

orientamento

mestieri del mare

REQUISITI MINIMI

Requisiti per la formazione fissati dalla Convenzione internazionale sugli standard di addestramento, abilitazione e tenuta della guardia per i marittimi.

CONTINUA A LEGGERE

C.C.N.L.

Stipulato il 5 giugno 2007 per l’imbarco dei lavoratori marittimi sulle navi da carico e sulle navi traghetto passeggeri/merci superiori a 151 tonnellate di stazza lorda.
CONTINUA A LEGGERE

CODICE DELLA NAVIGAZIONE

Approvato con Regio Decreto n. 237, il Codice è lo strumento con cui si applica il diritto della navigazione marittima, interna ed aerea (autonomo rispetto al diritto comune).
CONTINUA A LEGGERE

PESCA MARITTIMA

È il Regolamento per l’esecuzione della Legge n. 963 del 1965, che disciplinava la pesca marittima e che è stata soppressa dal D. Lgs. n. 4 del 9 gennaio 2012.
CONTINUA A LEGGERE

marelab  loghi footer 

Il nostro sito Web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito e accettando le condizioni della presente informativa, si acconsente all'utilizzo dei cookie in conformità ai termini e alle condizioni dell’informativa stessa.